Dermatologia e Venereologia clinica

La pelle o cute forma, insieme alla cosiddetta tela sottocutanea, l’apparato tegumentario, il più grande organo del corpo umano. È una membrana fortemente elastica che riveste l’intera superficie del corpo costituendo circa il 10% della massa totale del corpo, con una superficie media di circa 1,5 – 2 m2. 

La pelle svolge numerose funzioni: difesa, termoregolazione, escrezione, riassorbimento, regolazione omeostatica, sensoriale.

Una pelle sana protegge l’organismo da fattori ambientali: fisici (traumi meccanici, danno da calore, radiazione), chimici (agenti distruttivi, sostanze attive di superficie, xenobiotici, allergeni) e biologici (batteri, virus, etc.).

La pelle funziona da barriera assicurando l’integrità del corpo e controllando lo scambio di sostanze con l’ambiente. 

La visita (da 0 a 100 anni)

Durante la visita dermatologica si raccolgono una serie di elementi utili a formulare la prima ipotesi diagnostica. In questa fase il paziente espone i sintomi di cui soffre, mostra le manifestazioni cutanee se presenti  e racconta i motivi che lo hanno spinto a sottoporsi ad una visita dermatologica 

Altre informazioni importanti al fine di indirizzare il dermatologo verso la giusta diagnosi sono:

  • farmaci o integratori assunti (anche per brevi periodi) prima dell’esordio dei sintomi
  • terapie farmacologiche in atto
  • esami ematici recenti o altri esami diagnostici/ visite mediche già effettuati
  • eventuali allergie o intolleranze già note

La terapia

Essa può avvalersi di diverse soluzioni, in base alla diagnosi:

  • Topica (esclusivamente farmaci o prodotti da applicare sulla cute ; prodotti commerciali o preparati galenici,personalizzabili in base alla patologia e alla sua severità)
  • Dermochorurgica: soluzione mini invasiva che si applica in quei casi in cui si sospetta una neoplasia della cute o si ha necessità di un chiarimento istologico per diagnosi complesse(asportazione totale o biopsie incisionali)
  • Sistemica (sostanze da assumere per bocca o per via iniiettiva)
  • Laserterapia: per asportazione di neoformazioni benigne (vedi sessione dedicata) o trattamento di altre lesioni cutanee 
  • Crioterapia: congelamento a -190°c con azoto liquido di alcune lesioni cutanee che richiedono come gold standard questo trattamento. 

Articoli e notizie su Medicina EsteticaDermatologia

La dermatologia alle volte è anche chirurgia

Alcune lesioni cutanee, dopo un’attenta diagnosi che solo uno specialista del settore può eseguire, meritano un approccio chirurgico. La chirurgia deve preservare il più possibile le unità estetiche (vedi immagine), avvalendosi di tecniche di taglio e sutura idonee alla zona. Infatti alcune lesioni cutanee devono necessariamente essere analizzate dal collega anatomopatologo che, osservandole attentamente al […]

Leggi ora

Calli o Verruche? Riconoscerli e curarli

Le Verruche sono lesioni cutanee, più o meno rilevate, più o meno grandi, causate da un’infezione della pelle da parte di un virus, hpv.( human papilloma virus).

Leggi ora

Novità in studio – Le nuove tecnologie

Due nuove apparecchiature sono presenti in studio da pochi giorni: Laser ND YAG e luce pulsata medicale. Grazie alla versatilità della luce pulsata è possibile effettuare diversi tipi di trattamento. L’interazione tra luce e pelle rimuove facilmente macchie superficiali e lesioni vascolari superficiali al viso. La luce pulsata è uno degli strumenti più utili per […]

Leggi ora